Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

Dylan Thomas, “Questo pane che spezzo”


Questo pane che spezzo un tempo fu l’avena,
Questo vino su albero straniero
Affondò nel suo frutto;
L’uomo nel giorno o il vento di sera
Gettò a terra le messi, del frutto infranse la gioia.

Un tempo in questo vino il sangue d’estate
Batté la carne che adornava la vite,
Un tempo in questo pane
L’avena fu allegra nel vento;
L’uomo spezzò il sole, abbatté il vento.

Questa carne che spezzi, questo sangue che lasciate
A desolare nelle vene,
Furono avena e grappolo
Nati da linfa e radici sensuali;
Il mio vino bevete, il mio pane addentate.

This bread I break was once the oat,
This wine upon a foreign tree
Plunged in its fruit;
Man in the day or wind at night
Laid the crops low, broke the grape’s joy.

Once in this wine the summer blood
Knocked in the flesh that decked the vine,
Once in this bread
The oat was merry in the wind;
Man broke the sun, pulled the wind down.

This flesh you break, this blood you let
Make desolation in the vein,
Were oat and grape
Born of the sensual root and sap;
My wine you drink, my bread you snap.

Annunci

Di' pure la tua, giuro che mi interessa un casino

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: