Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

L’uomo in rivolta


Voi non potrete dormire tranquilli
sui guanciali della vostra ignavia.
Mai più chiuderete le palpebre
a quella vita che state rubando.
Non troverete più posto a sedere
dalla parte della ragione,
poiché da quel tavolo ci siamo levati,
e siamo andati per strada, su tetti
e su monumenti,
oltre lo zenit della nostra impotenza.
Abbiamo incendiato le stelle
perché stanchi di appassire
nell’inverno generato dalla vostra farsa.

Mai più parleremo del cielo
con le scimmie ammaestrate
con cui ci avete obbligato a trattare,
mentre spartivate il tesoro
che i nostri padri hanno lasciato.
Mai più mendicheremo in disparte
per non rovinarvi la festa;
le nostre mani, spellate,
mai più plauderanno i vostri retori a contratto
mentre viviamo in silenzio, lontano dai palchi,
la condanna a morire precari,
privi di scorta, tracciato il deserto
attorno alla coscienza che resiste,
l’animo informe squadrato dai colpi.
Mai più moriremo sulla terra
trafitti dalla pace simulata
perché meglio si lucri sulla cancrena.
Mai più leggeremo le storie
narrate per lenire rivolte.

Oggi questo siamo venuti a dire:
«Noi siamo la carne e il paradosso
dell’orrore che non vorremmo infliggere,
ma che mai più siamo disposti a subire».
Ecco la formula che mondi possa aprirti.

Annunci

Una risposta a “L’uomo in rivolta

Di' pure la tua, giuro che mi interessa un casino

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: