Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

Poesiucola X


Un’oncia d’anima
Usciremo innocenti dalla colpa
Se nel tuo sguardo lieto scorgerò
Un’oncia d’anima o poco più.

E quando verrà la bufera
Con grandine di rospi e serpenti
A spodestare il sole dai cieli tersi;
Quando i falsi profeti,
Benché percossi e vinti dalla grandine
Spargeranno il veleno che intossica
Le loro membra mute e raggrinzite;
Quando il crudele scranno
Sarà più in alto di qualunque amore,
Tra le unghie e la carne terrò quell’oncia.

E non potranno i gorghi del mare,
Le pareti di roccia acuminata
O il sinistro murmure del vento
Strappare quell’oncia da mani sicure.

E quando inerme arderà l’orizzonte
E aride di speranza le colline
Consumeranno i propri sogni
Livellandosi afflitte,
In ogni anelito terrò quell’oncia.

E non potrà lo scranno crudele
Rovesciare sul cuore
Condanne o veleni,
E sempre saprà quell’oncia d’anima
Nella bufera trovare il tuo sguardo.

Annunci

Di' pure la tua, giuro che mi interessa un casino

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: