Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

Odiare il Grande Fratello


-Allora questo Goldstein c’è davvero?- disse.
-Sì, c’è davvero, ed è vivo. Dove sia, non lo so.
-E la cospirazione… l’organizzazione? È vera anch’essa? O è solo un’invenzione della Psicopolizia?
-No, è vera anch’essa. La chiamiamo la Fratellanza. Non saprete mai molto di più, sulla Fratellanza, oltre al fatto che essa esiste e che voi ne fate parte. Ma ne parleremo subito.- Guardò il suo orologio da polso. -Non è prudente, anche per i membri del Partito Interno, tenere spento il teleschermo per più d’una mezz’oretta. Non avreste dovuto venire insieme, e pertanto sarà necessario che partiate in tempi diversi. Voi, camerata- disse rivolto a Julia -partirete di qui per prima. Abbiamo appena una ventina di minuti a nostra disposizione. Capirete che debbo cominciare col rivolgervi alcune domande. Generalmente parlando, che cosa siete disposti a fare?
-Tutto ciò di cui siamo capaci- disse Winston.
O’ Brien s’era leggermente voltato, sulla sedia, così che ora si trovava a guardare proprio nella direzione di Winston. Parve quasi ignorare Julia, come se fosse sottinteso che Winston parlava anche per lei. Tenne per un istante le ciglia abbassate. Poi cominciò a muovere le sue domande con una voce bassa e quasi senza espressione, come se fossero cose d’ordinaria amministrazione, una specie di catechismo le cui risposte gli fossero già note in precedenza.
-Siete pronti a dare le vostre vite?
-Sì.
-Siete pronti a uccidere?
-Sì.
-… a compiere atti di sabotaggio che possono anche provocare la morte di migliaia di persone innocenti?
-Sì.
-A vendere il vostro paese a potenze nemiche?
-Sì.
-Siete preparati a mentire, a falsificare firme, a far ricatti, a corrompere la mente dei bambini, a distribuire stupefacenti, a incoraggiare la prostituzione, a spargere malattie veneree… a fare, insomma, ogni cosa che sia atta a demoralizzare il Partito e a indebolirne le forze?
-Sì.
-Se potesse servire, per esempio, ai nostri interessi di gettare dell’acido solforico sulla faccia di un bambino… se servisse proprio questo, siete disposti a farlo?
-Sì.

[…]

Se tu sei un uomo, Winston, tu sei l’ultimo uomo. La tua specie è estinta; noi ne siamo gli eredi. Ti rendi conto che sei solo? Tu sei fuori della storia, tu non esisti.- I suoi modi cambiarono bruscamente; disse con durezza: -E ti consideri moralmente superiore a noi, a noi con tutte le nostre menzogne e la nostra crudeltà?
-Sì, mi considero superiore.
O’Brien tacque. S’udirono due altre voci. Dopo un istante Winston riconobbe una di esse: era la sua propria voce. Era una incisione per filo della conversazione che egli aveva avuto con O’Brien la notte in cui si era iscritto alla Fratellanza. Udì se stesso che prometteva di mentire, di rubare, di falsificare, di assassinare, di incoraggiare la diffusione degli stupefacenti e la prostituzione, di seminare malattie veneree, di gettare il vetriolo sulla faccia di un bambino. O’Brien fece un piccolo gesto d’impazienza, come per dire che non valeva la pena di fare quella dimostrazione. Quindi premette un bottone e le voci ammutolirono.

(Foto da: Rigorous Pursuit)

Annunci

Una risposta a “Odiare il Grande Fratello

  1. tea82sophia dicembre 12, 2011 alle 12:15 am

    G.O. aveva già capito tutto…

    Consiglio anche fahrenheit di Ray B.

Di' pure la tua, giuro che mi interessa un casino

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: