Nel mio mestiere o arte scontrosa

Questo è un blog nonviolento: se non siete d'accordo con i contenuti per favore menatevi da soli

Archivi delle etichette: politica

Ex civatiani nel Regno dei cieli

Pippo Civati Matteo Renzi

foto via

Ogni tanto, per antropologia, vado alle manifestazioni politiche: assemblee, comizi, cose così. Tanto per vedere da vicino quello che si muove, coglierne l’atmosfera, il fermento, o persino l’intrinseca natura fallimentare. Questo a prescindere dallo schieramento che organizza o dalle mie opinioni. M’è capitato per esempio con Futuro e libertà, la convention a Bastia, che a ripensarci oggi vien da ridere: ci stava tipo il sottosegretario che commosso giurava fedeltà a Fini, salvo sfilarsi qualche mese dopo. In effetti l’unica conseguenza di quella convention è che, siccome incautamente lasciai il numero di cellulare al momento di registrarsi, ogni volta che Fratelli D’Italia fa un evento in Umbria mi arriva un sms. Leggi il resto dell’articolo

#AssembleaPd: mica le capisco tutte queste polemiche


Non capisco queste polemiche sull’assemblea Pd e le contestazioni per il documento sui diritti degli omosessuali. Le trovo strumentali e fuori luogo.

In fondo è passato il documento Bindi, secondo cui, come da risoluzione votata in precedenza a maggioranza dalle sezioni del Pd e in particolare da Bersani, Finocchiaro, D’Alema, Veltroni, Bindi e Letta, come per altri Paesi Europei che non hanno bisogno di specifica ma su cui comunque la direzione del Partito è disponibile al confronto, purché l’eventuale Ordine del Giorno non vada contro lo statuto del Partito stesso, e nonostante non ci sia bisogno sostanziale poiché ciò è noto a tutti i parlamentari del Partito, ci si impegna nei mesi a venire, che saranno decisi secondo procedura da definirsi, a riconoscere quanto sia tutto sommato da respingere in modo abbastanza netto l’idea che le persone omosessuali debbano essere sterminate, e ci si impegna a deliberare le opportune procedure che valutino la possibilità eventuale di estendere alle coppie formate da persone omosessuali alcuni diritti, che saranno in seguito specificati, delle coppie eteresessuali sposate in osservanza delle leggi vigenti, purché dette procedure non siano in contrasto con lo Statuto del Pd e la Costituzione italiana, e purché Rosi Bindi non sia in vacanza quel giorno.

(foto: Ansa)

Federico Moccia: primo discorso da Sindaco di Rosello


Siamo in grado anticipare il primo discorso ufficiale che lo scrittore l’artista il regista l’autore televisivo Federico Moccia, neo sindaco di Rosello, terrà alla cittadinanza:* Leggi il resto dell’articolo

Giao, Ministro Fornera, sgusa ke ti scrivo cuesta lettera


Giao,Ministro Fornera,
sgusa ke ti scrivo cuesta lettera. Sono un giovane di oggi iniorante, come dici tu, ke non so tanto bene l itagliano e per la matematica faccio col ciellulare, se ce l’o, oppure mi aiuto con i diti quando il ciellulare e scarico, pero coi diti conto fino a dieci o a venti se vado in spiaggia :D (non te la facio la batuta sui ventuni diti cuando vado in spiaggia nudisti trancuilla).
Leggi il resto dell’articolo

Petizione #salvaipeluche


C’è una tragedia silenziosa che ogni anno, giorno dopo giorno, si consuma nell’indifferenza generale, protetta dal silenzio complice delle istituzioni. Questa tragedia vede sacrificati i più cari compagni di vita dell’uomo. Compagni a quattro zampe, ma talvolta anche a due o, perché no, a tre, sei od otto. Zampe che donano a noi il proprio amore, incondizionatamente, e che troppo spesse si vedono ripagate con una crudele moneta: l’abbandono. Leggi il resto dell’articolo

Grazie di tutto, Livia, ora però per favore riposati

Ciao, Elsa, ti penso sempre

 

Da Blitz di «OccupyWelfare» a ministero Lavoro:

Racconta Giulia anche che il ministro avrebbe bocciato la proposta di un «reddito base che non sia condizionato a corsi professionali o altro»: «Ci ha detto che l’Italia è un Paese ricco di contraddizioni, che ha il sole per 9 mesi l’anno e che con un reddito base la gente si adagerebbe, si siederebbe e mangerebbe pasta al pomodoro». Quest’ultima frase, spiega ancora la ricercatrice, «non ci è piaciuta perché fa il paio con gli “sfigati” e la “noia del posto fisso” dette da altri membri del governo: mentre noi vorremmo subito ammortizzatori sociali, prima della flessibilità».

Leggi il resto dell’articolo

Nonno Mario, ma shtamo a shcherzà?

Avvertenze: per una corretta fruizione del post si prega di leggere a voce alta con la mascella leggermente spostata in avanti, come per imitare una parlata  vagamente spoletina, o in alternativa il personaggio di Padre Maronno. Leggi il resto dell’articolo

Così parlò Beppe Grillo

«Il quotidiano l’Unità rischia davvero di sparire questa volta e, se dovesse essere così, non sarebbe una buona notizia per nessuno. Per i lavoratori e per la pluralità d’informazione, prima di tutto». Andrea Defranceschi, capogruppo del Movimento 5 stelle in Regione, spiega così ciò che ha portato i grillini di viale Aldo Moro a presentare una risoluzione per impegnare la Giunta emiliano-romagnola ad attivarsi affinchè vengano salvaguardati posti di lavoro e professionalità «ricorrendo a tutti gli strumenti utili». Leggi il resto dell’articolo

Patmos (Pier Paolo Pasolini)

Sono sotto choc
è giunto fino a Patmos sentore
di ciò che annusano i cappellani
i morti erano tutti dai cinquanta ai settanta
la mia età fra pochi anni, rivelazione di Gesù Cristo
che Dio, per istruire i suoi servi
– sulle cose che devono ben presto accadere –
ha fatto conoscere per mezzo del suo Angelo
al proprio servo Giovanni.
Ci sono là marcite; e molti pioppi. Venendo da là
vestivano di grigio e marrone; la roba pesante,
che fuma nelle osterie con le latrine all’aperto.
Poca creanza, farsi ritrovare così,
da parte di quei galantuomini non ancora del tutto romanizzati,
e sì che tutti i barocci erano spariti da un pezzo!
Ma gli usati corpi, non di monaci,
perché cattolici erano cattolici, ma s’erano sposati, fornicando
la loro parte; insomma, giusto perché dei nipotini oggi piangessero.
Solo un suicidio porterà sulle tracce del responsabile di tal pianto.
Lombardi al Governo! Tra voi e il paese c’è un abisso.
È la vostra banalità che lo scava (le «e» strette
son niente confronto al lessico; che umile dialetto non è;
lo fosse!)
E chi è sotto choc ride con gli occhi di Antonioni
Il quale attesta come parola di Dio e testimonianza di Gesù Cristo
e anche Pasolini ride,
tutto quello che ha veduto,
mentre Moravia è distratto, beato chi legge,
e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia.
Che ne piangano le loro famiglie; io ne parlo da letterato.
Oppongo al cordoglio un certo manierismo.
Di tradizioni recenti son piene le Sette Chiesuole. Leggi il resto dell’articolo